PREPARIAMOCI A DIFENDERE POGGIO DEI PINI

L’estate che ci aspetta sarà probabilmente molto calda, e non solo per le temperature. Parrebbe infatti che la Regione Sardegna abbia incredibilmente predisposto il bando di gara per la progettazione definitiva ed esecutiva del viadotto “di rara bruttezza”. Il bando dovrebbe essere pubblicato a giorni. Con le dimissioni dell’Assessore Maninchedda la palla ritorna a Pigliaru, che in qualità di Presidente della Regione è anche Commissario straordinario delegato per la realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico per la Regione Sardegna.

Il Comitato ha chiesto un incontro urgente al Presidente della Regione, e fatica a concepire come la stessa possa tentare di perseverare nella realizzazione di una simile opera – che peraltro vede la più ferma e documentata contrarietà di cittadini e istituzioni locali, e perfino del Ministro dell’Ambiente – nonostante le numerosissime criticità (se non irregolarità) amministrative compiute.

Gli abitanti di Poggio dei Pini e l’intera Comunità Capoterrese sapranno però difendere il meraviglioso equilibrio ambientale e paesaggistico dell’area, ed adotteranno ogni strumento lecito per impedire la realizzazione di questo viadotto autostradale in cemento armato precompresso, maggiormente consono alla periferia suburbana di Caracas piuttosto che ad una zona sottoposta ad un duplice vincolo paesaggistico ed in coda ad uno splendido lago.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Giacomo ha detto:

    Repetita iuvant.

    L’Unica strada è quella di fare un esposto con i seguenti motivi:

    Chiedere di rifare il calcolo della piena e una perizia dettagliata dei fatti avvenuti a monte durante l’ultima alluvione e in particolare calcolare quanta acqua è venuta giù quando il rilevato che porta alla Chiesa di s. gerolamo è crollato, tale rilevato fece da diga e poi crollò. Nel contempo chiedere come mai tale opera è ancora li pur essendo sbagliata. Il ponte orribile che vorrebbero fare è stato calcolato per queste falsate quantità.

    Chiedere come mai non sono state fatte le manutenzioni ordinarie e straordinarie prima e dopo gli eventi dal 1999, tre alluvioni.

    Ricalcolare significa bloccare tutto quanto, in Italia funziona così e in questo caso è giusto perchè è vero.

    Se non si sceglie questa strada la battaglia è persa.

    Inoltre il tutto serve per la messa in sicurezza che a oggi, i delinquenti ,cioè coloro che dovevano farlo per legge, non lo hanno fatto.

    Ricordiamoci che hanno danneggiato pure il lago grande rendendolo più piccolo nonostante la diga sia in perfette condizioni.

    Ciao Giacomo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...