A BREVE LA DECISIONE DEL TAR SARDEGNA

Mercoledì 10 gennaio si è tenuta l’udienza pubblica di merito del ricorso amministrativo n. 802/2017, inerente l’annullamento del bando di gara “per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura per la redazione del progetto definitivo – esecutivo concernente la sistemazione idraulica del Rio San Gerolamo – Masone Ollastu”, ovvero dell’orribile viadotto in cemento armato precompresso che la Regione persevera nel voler realizzare a Poggio dei Pini, in coda al lago.

Nessuno di noi conosce l’esito del predetto ricorso, ma siamo tutti fiduciosi che la ragione ed il diritto siano dalla nostra parte. Siamo però altresì consapevoli delle difficoltà insite nel ricorso stesso (che, anche ove accolto, non risolverebbe in via definitiva il problema), e per questo motivo abbiamo ben presente le difficili sfide che ci attendono nei prossimi mesi. In primo luogo per non far edificare un simile manufatto, ma soprattutto per realizzare una efficace messa in sicurezza della viabilità in coda al lago, che si coniughi con l’ambiente ed il paesaggio.

Attendiamo pertanto fiduciosi l’esito del ricorso, che per la prima volta ha unito una intera Comunità (ivi compresa la Cooperativa Poggio dei Pini).

Non abbiamo alcun dubbio che l’unica speranza di non vedere realizzato un simile scempio ambientale – che deturperebbe per l’eternità l’area in questione – risiede nel famoso brocardo latino “Vis unita fortior” – La forza unita è più forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...